4-5 h

Inaugurato nel 1992 per iniziativa della Sezione Agordina e di Monfalcone del CAI, questo sentiero naturalistico ha acquisito un valore di assoluto rilievo nelle proposte escursionistiche della Conca Agordina.

Con partenza ed arrivo al Rifugio Scarpa-Gurekian, il percorso si snoda alla base delle crode dell’Agnèr, in un ambiente di suggestiva bellezza: a ciò si unisce un grande interesse per le specie floristiche incontrate ad ogni passo; a tale scopo è consigliabile l’effettuazione del percorso soprattutto nel periodo fine giugno/luglio.

Seguendo le indicazioni, dal rifugio il sentiero sale brevemente sui ripiani prativi appena superiori (Agrumìer); addentratisi nel macereto si volge a destra continuando dapprima orizzontalmente poi in discesa per un lungo tratto fino a guadagnare i pendii sovrastanti il Còl Còlandér.

Dal costone erboso il percorso naturalistico sale con alcune ripide svolte, deviando poi ancora a destra sotto le incombenti pareti dello Spiz d’Agnèr Sud; così fino all’erboso e regolare piano inclinato della Pala della Madonna che si raggiunge verso quota 2000 m.

Si scende ora seguendo la segnaletica su paletti in ferro: al limite inferiore della distesa prativa si volgono i passi a destra in basso verso l’invitante ripiano delle Buse dai Làc. Si va ora ancora in discesa per il raso bosco, in direzione della Malga Agnèr de Fòra: di qui il ritorno al Rifugio Scarpa/Gurekian.


Ricordiamo inoltre che è disponibile su richiesta il servizio di accompagnamento con Accompagnatore di Medio Montagna.

Con accompagnatore